Feed RSS

The Pier: “S/T”

artworkEsce il 2 dicembre 2016 per Faro Records l’esordio sulla lunga distanza dei The Pier, enfants terribles
dell’alternative rock pugliese. 7 tracce in bilico tra math-rock, post-rock e indie-rock, con richiami ai maestri del
genere e una propensione spiccata alla melodia, il tutto assemblato mediante uno stile unico e un approccio allo
strumento visionario e ineccepibile.
Registrato e mixato da Dario Tatoli (vedi alla voce Makai) presso il Bobo Studio di Bari e il REH di Terlizzi, il
primo album del giovanissimo trio di Molfetta (meno di 60 anni in tre) vede la luce dopo anni di gavetta,
chilometri di concerti e apparizioni in festival di un certo peso come Premio Maggio e Dirockato, per una band
che ha fatto della sostanza e della dimensione live il proprio credo e la propria palestra. Insomma, il tipico sound
d’esportazione ma che ha già fatto parecchie vittime nel nostro Paese.
A credere nel progetto è stata la label pugliese Faro Records, attiva dal 2007 e perennemente concentrata sulla
valorizzazione delle “new generations”.
Diretti, concreti e senza fronzoli. Se in questi anni li avete amati dal vivo, da inizio dicembre comincerete a
venerarli anche su disco. Enfants terribles, per l’appunto.

INFO

USCITA: 2 dicembre 2016
LABEL: Faro Records (http://farorecords.com/)
PROVENIENZA: Molfetta, Italia
GENERE: math-rock / post-rock / alternative
FACEBOOK: https://www.facebook.com/thepier314
CONTATTI: thepier314@libero.it
STREAMINGhttps://soundcloud.com/the_pier/sets/the-pier

LINE-UP:
Gabriele Terlizzi: basso e chitarra
Danilo de Candia: chitarra, basso e voce
Davide Pasculli: batteria

Ohio Kid: Everyone was sleeping as if the Universe were a mistake

artworkA quattro anni dell’esordio discografico “The day when we discovered the light” pubblicato per il Collettivo HMCF, torna ad affacciarsi sulle scene Ohio Kid, songwriter bolognese di stanza in Lussemburgo. Il suo è un folk dalle atmosfere intime e i tratti emozionanti, dilatato e sognante al punto giusto. Le caratteristiche principali sono una voce calda e ad una chitarra che pennella note di magia. I padri putativi Bon Iver, Sufjan Stevens, Wilco, Feist e i Beatles più cupi e malinconici.

Registrato al Bonus Noise Recording Studio da Edwin Aldin, “Everyone was sleeping as if the Universe were a mistake” esce il 21 novembre 2016, in streaming e in digital download sulle principali piattaforme di fruizione musicale.
Lo stesso Ohio Kid lo introduce così: E’ un disco durissimo nei testi. Parla di un amore finito e del senso di smarrimento che ne viene dopo. Parla di rigettare i ricordi perché troppo dolorosi e allo stesso tempo abbracciarli perché hanno composto anni della tua vita. Parla di come le persone attorno a me vivano costantemente segnate da un’infelicità latente.

L’autunno non può fare a meno di certi gioielli. “Everyone was sleeping as if the Universe were a mistake” è uno di questi. Buon viaggio.
INFO
USCITA:21 novembre 2016
PROVENIENZA: Bologna
GENERE: ANTI-FOLK
FACEBOOK: https://www.facebook.com/ohiokidband
CONTATTI: ohiokidcontact@gmail.com
STREAMING: https://soundcloud.com/ohiokid
https://ohiokid.bandcamp.com/

The Pier: rassegna stampa in tempo reale

the-pier-2NEWS: Osservatori EsterniMescalina System Failure (news album)System Failure (video live) Sounds Godd Webzine Son of marketing Music Reviews 2.0 Allinfo – MusicLetter – Mei Web 

RECENSIONI: Iyezine – Traks – Indie For Bunnies 

SPECIALI: Anteprima streaming + Disco Raccontato su DLSO 

Give Vent: rassegna stampa in tempo reale

give-vent-foto-promoRECENSIONI “Days Like Years”: Indiepercui Audiofollia – Radiocoop MusicMap The Breakfast Jumpers 

INTERVISTE: Traks – Traks magazine

SPECIALI: Playlist settimanale Traks

Rosàrio: “And the storm surges”

artworkRosàrio nasce da un’idea sospesa tra deserti di granturco e cieche paludi della bassa padovana: bassi monolitici, eccessi fuzz, liriche malsane e pelli pestate dal 2013. Rosàrio suona la musica del diavolo.
“And the storm surges” è il secondo album del quintetto veneto in uscita il 19 ottobre per una cordata di etichette indipendenti, tra le migliori in ambito psych/stoner: DIO)) DRONE, IN THE BOTTLE RECORDS, ELECTRIC VALLEY, RED SOUND REC, BRIGANTE REC e TAXI DRIVER.

Gli stessi Rosàrio lo introducono così:
“And the storm surges” è un viaggio nella storia dell’evoluzione: la narrazione di come un essere naturale,
l’uomo, è passato dalla semplice coscienza di sé ad un paradigma di onnipotenza creativa;
è un ciclo travagliato, caotico e conittuale, in cui vegetano apolidismo e assenza d’identità.
La storia di come l’uomo inconsapevole diventa un dio suicida.

4fans of: Mastodon, Down, Crowbar, Corrosion of Conformity

INFO
Uscita: 19 Ottobre 2016
Provenienza: Montagnana / Padova / Italia
Genere: Stoner † psych † metal † doom † sludge
Label: DIO)) DRONE, IN THE BOTTLE RECORDS, ELECTRIC VALLEY, RED SOUND REC, BRIGANTE REC, TAXI DRIVER
Artwork: cikaslab.com
Formato: doppio vinile 180gr con CD vendibile anche separatamente
Facebook: facebook.com/rosariostoner
Contatti: rosariodesert@gmail.com
Streaming e digital downloadhttps://rosariomusic.bandcamp.com/album/and-the-storm-surges

Ohio Kid: rassegna stampa in tempo reale

ohio-kidNEWS: Osservatori Esterni Music Reviews 2.0 Sounds Good Webzine System Failure Allinfo Rockambula Son of marketing 

RECENSIONI: Audiofollia RadioEco – Music Coast To Coast  Traks – Radiocoop The Front Row – Heart of glass – Crunch Ed – Indiana Music Mag 

SPECIALI: Playlist novembre Osservatori Esterni Disco Raccontato su DLSO – Playlist settimanale Traks 

INTERVISTE: Musique Buffet 

PASSAGGI RADIOFONICI: Novaradio Città Futura (L’ora del Dragone) – Radio Città del Capo (Maps)

HAZAN: “Kaiserpanorama” EP

artworkGli Hazan sono quattro ragazzi sparsi (o spersi) tra le province di Milano, Como e Varese, che fingono siano quelle di Manchester o di Londra, o perché no anche di Seattle.
“Kaiserpanorama” è il loro EP d’esordio, prodotto e mixato da Davide Lasala (Vanillina, Giorgieness) presso l’EDAC studio di Fino Mornasco, masterizzato da Giovanni Versari, pubblicato dalla label milanese Habanero Factory.
Un lavoro da ascoltare “tutto d’un fiato”, senza troppi fronzoli o significati nascosti. 5 canzoni che suonano attuali ed assolutamente in faccia all’ascoltatore. Brani dall’attitudine anni ’90 , freschi, sensuali e grooveggianti al punto giusto, che contagiano con una sana voglia di fare rock nell’età moderna.
“Kaiserpanorama“ è stato anticipato dal primo singolo “Sulla Pelle”, accompagnato a sua volta da un videoclip girato dalla stessa band, che con l’utilizzo di Go Pro propone una visuale soggettiva di tutti i membri durante il momento più intimo e condiviso per una band, quello delle prove.

INFO
USCITA: 15 Ottobre 2016
PROVENIENZA: Milano/Como/Varese
GENERE: Alternative rock
LABEL: Habanero Factory (https://www.facebook.com/habanerofactory)
FACEBOOK: https://www.facebook.com/musichazan/
CONTATTI: musichazan@gmail.com
STREAMING: https://soundcloud.com/musichazan/sets/hazan-kaiser-panorama/
“Sulla Pelle” videoclip https://www.youtube.com/watch?v=6XHkFkYeGqM