Feed RSS

ALBERTO BAZZOLI – “L’Organo EP. 1” L’esordio

L’esordio sulla lunga distanza del giovane e talentuoso polistrumentista forlivese, un omaggio al mondo della musica da sonorizzazione degli anni ‘60/’70, ma anche un manifesto dell’estetica audio de L’Amor Mio Non Muore, sala di incisione vintage nonché piccola etichetta discografica di cui Alberto Bazzoli è co-fondatore.

4 tracce completamente strumentali che vi faranno tornare direttamente ai tempi delle mitiche colonne sonore di Piero Umiliani, Riz Ortolani, Ennio Morricone e Stelvio Cipriani.

Allacciate le cinture della vostra macchina vintage, e buon viaggio.

INFO
USCITA: 11 Maggio 2020
LABEL: L’Amor Mio Non Muore – Dischi
PROVENIENZA: Forlì, Italia
GENERE: Instrumental
INFLUENZE: Piero Umiliani, Riz Ortolani, Ennio Morricone, Stelvio Cipriani
FACEBOOK: https://www.facebook.com/lamormiononmuore/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/alberto_bazzoli/
CONTATTI: albertobazz@hotmail.it
STREAMING e DIGITAL DOWNLOAD: https://albertobazzoli.bandcamp.com/

Liverache Corporation – Discomfort

L’atteso esordio discografico della heavy rock band proveniente dal nord della Puglia.

I Liverache Corporation nascono nel Dicembre 2018 dall’incontro di musicisti provenienti da San Giovanni Rotondo e San Marco in Lamis da precedenti realtà musicali inserite nell’humus della scena alternativa della provincia di Foggia (band come Wild Stage, Shibari, Blu Serenase, Blood Pollution, No Name, Spell, In Nugae).

Il progetto si origina dal trio formato da Riccardo De Padova (voce), Marco Placentino (chitarra) e Michele Perla (basso), a cui si aggiunge subito dietro le pelli il batterista Andrea Giuseppe Petruccelli: l’obiettivo è quello di partire immediatamente nel comporre materiale proprio, usufruendo per prima cosa di riff e idee rimaste in cantiere o elaborate tempo addietro dai singoli componenti.

La constatazione di una grande intesa (protagonista di un proprio miglioramento riscontrato prova dopo prova), accompagnata da una smisurata voglia di suonare ha così portato a una rapida produzione di canzoni inedite.
Nei pezzi confluiscono varie e diverse influenze, una miscela di stili deflagrante e groovy che chiama in causa stoner, punk/hardcore, alternative metal, alternative rock, sludge, post hardcore.
E’ un sound che prova ad assorbire il meglio dall’attitudine arrabbiata, disagiata e generazionale dei 90’s, dalla scena alternative undergound, dalle sonorità punk/hc degli anni 80, dall’hard rock più oscuro dei 70′: il risultato è un’alternanza di pestate violente e momenti più melodici e riflessivi, ritmi tirati e veloci e processioni pachidermiche e sabbathiane, esplosioni furiose e ritornelli anthemici.

Anticipato dal singolo “Faded Sun”, “Discomfort” è il primo disco della band, in uscita il 15 maggio Maggio 2020, registrato, prodotto e mixato da Michele Perla (MAD) presso i Maluma Studios di San Giovanni Rotondo nei mesi di Settembre e Ottobre 2019.

INFO
TITOLO: Discomfort
USCITA: 15 Maggio 2020
PROVENIENZA: Foggia, Italia
GENERE: stoner, punk/hardcore, alternative metal, alternative rock, sludge
INFLUENZE: Kyuss, Down, Poison Idea, Helmet, Melvins, Fugazi, Faith No More, Soundgarden
FACEBOOK: https://www.facebook.com/pg/liverachecorporation
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/liverachecorporation
CONTATTI: liverachecorporation@gmail.com
STREAMING E DIGITAL DOWNLOAD: https://liverachecorporation.bandcamp.com

CREDITS:
Registrato presso Maluma Studios, San Giovanni Rotondo (FG)
Recorded, mixed and mastered by Michele Perla.

Artwork by Alessandro Pavino – https://sandroarmy.carbonmade.com/

I Disconosciuti Figli Di – Frank, i sognatori e altre storie

I Disconosciuti Figli Di, nuovo progetto che vede nelle sue fila il già cantante de iBerlino Mirko Di Francescantonio, sono un quartetto acustico che si muove tra folk, rock e cantautorato.

Un pop raffinato che richiama le ballate acustiche degli Afterhours così come le atmosfere notturne dei Bad Seeds di Nick Cave (e che abbiamo già ascoltato nel primo singolo “Come scivola la notte dalle dita”).

Canzoni in cui si alternano leggerezza (“Piove a Parigi”) e maturità (“Vecchio Frank”, brano di apertura del disco); fotografie di una città (citata la realmente esistente e bolognese Piazza della Pioggia nell’omonima canzone) e di stati d’animo di uomini consapevoli di un’epoca che sta cambiando e che a volte ci rende immobili (“Un marinaio che non sa nuotare” è un’allegra ballata che parla di depressione).

Un’epoca in cui si ha un urgente bisogno di tornare a sognare (“Il pane duro”, in cui all’ascoltatore viene detto: “Hai visto com’è il mondo? Da quando abbiamo smesso di sognare ha smesso di ruotare”).

Registrato da Alessandro Cosentino al Suonare Sergio Studio e masterizzato da Max Paparella al Groove Sound Design, l’album d’esordio della band bolognese si intitola “Frank, i sognatori e altre storie” ed esce il 24 aprile per CDBaby / Labiondarecords.

Lasciatevi incuriosire, e buon ascolto.

INFO
TITOLO: “Frank, i sognatori e altre storie”
USCITA: 24 Aprile 2020
LABEL: CDBaby / Labiondarecords
PROVENIENZA: Bologna, Italia
GENERE: Folk, pop, cantautorato
INFLUENZE: Nick Cave, Pino Daniele, Fabrizio De Andrè, Eric Clapton
FACEBOOK: http://www.facebook.com/pg/idisconosciutifiglidi/
CONTATTI: labiondarecords@gmail.com
STREAMING: https://spoti.fi/3eKoQiV

Rodo – Calma Apparente

Comunicare, suonando. Vibrare.

“Calma apparente” è l’album d’esordio di Rodo, una delle novità cantautorali più interessanti del sottobosco musicale italiano, in uscita il 22 aprile per la storica label genovese Marsiglia records.
Il suo è un cantautorato sognante, un rock soffuso che si poggia su particolarissimi testi in italiano ed arpeggi di matrice post-rock (Antonio Rodo suonava la chitarra nei Dresda, storica post-rock band genovese attiva nei primi anni Dieci).

L’uscita del disco è anticipata dal singolo “Dino”, brano di apertura e passaggio tra i più emozionanti di “Calma apparente”. Dino era il nome del nonno materno dell‘artista, pugile dilettante umbro degli anni ’50.
9 tracce che tracciano un ponte immaginario tra Dalla, Battisti, Radiohead e The National.
9 tracce pronte a lasciare il segno nell’attuale panorama cantautorale italiano.

Tuffatevi nel magico mondo di Rodo, e buon ascolto.

INFO
USCITA: 22 Aprile 2020
LABEL: Marsiglia records (https://www.marsigliarecords.it/)
PROVENIENZA: Genova, Italia
GENERE: Cantautorato sognante, rock soffuso
INFLUENZE: Lucio Battisti, The National, Lucio Dalla, Radiohead
FACEBOOK: https://www.facebook.com/rodosonoio
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/rodosonoio
CONTATTI: rodosonoio@gmail.com
STREAMING: https://open.spotify.com/album/58AASwKCobMX7DuNC6ZvJv?si=-FoXqRqmQO6f_wMy76ZYHw

Wojtek – Hymn For the Leftovers EP

Il secondo EP del quintetto padovano, una delle più ferali metal band emerse in questi ultimi anni dal sottobosco musicale italiano. “Hymn for the Leftovers” esce il 10 aprile per Violence In The Veins e Teschio Dischi, con distribuzione Shove Records.

Wojtek è una band padovana fondata nel Maggio 2019 da 5 musicisti già noti alla scena locale. Il nome deriva dall’orso “eroe” polacco che combatté nella battaglia di Cassino. La band non identifica le proprie influenze in un genere d’appartenenza, ma la ferocia delle composizioni, i suoni sporchi e l’amore per le sonorità sinistre ed il noise li fanno annoverare all’interno del calderone sludge metal. In pochi mesi di vita la band ha prodotto un EP 100% (s/t, 2019), ed un videoclip (“The Hole”) rigorosamente DIY; inoltre si è imbarcata in due tour esteri, collezionando anche un buon numero di apparizioni locali che li hanno subito inquadrati come una delle band più ferali del sottobosco locale. L’uscita del nuovo EP “Hymn for the Leftovers” verrà supportato da varie date locali e, in autunno (maledetto coronavirus), da un lungo tour europeo.

La band ha presentato il nuovo lavoro con le seguenti parole:

Abbiamo iniziato a scrivere pezzi all’unico scopo di metterci per strada a suonarle dal vivo e crescere così come gruppo, non vi è un concept dietro quest’uscita, vi è forse un filo conduttore guidato dal cinismo e la frustrazione di vite schiave da una quotidianità e routine prive di gratificazioni.

Lasciatevi travolgere dalla ferocia del quintetto padovano, e buon ascolto!

Streaming e digital download https://wojtek3522.bandcamp.com/album/hymn-for-the-leftovers

Anna Carol – Evoluzione EP

anna bernard – carol might know

“Evoluzione” è il primo ep in italiano di Anna Carol, giovane talento dell’indie-soul italiano con un background jazz e un’importante esperienza all’estero, tra Olanda, Germania e Inghilterra, prima di rientrare nella sua città natale, Bolzano, profondo nord-est italiano.

6 brani dal respiro internazionale in bilico tra nu-soul, pop, cantautorato ed elettronica, prodotti dall’accoppiata Emanuele Triglia / Alessandro Donadei e in uscita il 10 aprile per la label indipendente Nufabric Records (Mudimbi, Suvari, Lara, Nòe, Serena Abrami).

E’ la stessa Anna Carol ad introdurci all’ascolto del suo ep d’esordio:
Questo disco è un’evoluzione che ho vissuto non solo a livello musicale ma anche di vita. Gli ultimi anni li ho passati all’estero, prima in Germania (e un periodo a Londra), e poi 4 anni a Rotterdam e Amsterdam. Mentre ero all’estero pensavo che l’unica lingua in cui fossi capace di scrivere fosse l’inglese. Dal 2019 poi ho sentito che era ora di tornare in Italia, e ancora prima di farlo sul serio, è iniziata un’evoluzione nel modo di vedere il mio paese e anche la mia lingua natìa. Da un arpeggio di chitarra che era una fissazione in quel periodo, ho iniziato a scrivere una canzone in inglese, ma ancora prima di finirla l’ho riscritta e poi finita in Italiano; qualcosa stava cambiando.

Non lasciatevi sfuggire una delle novità più interessanti del nuovo pop al femminile italiano.

Mettetevi comodi, e buon ascolto.

INFO
TITOLO: Evoluzione
LABEL: Nufabric records
USCITA: 10 aprile 2020
PROVENIENZA: Bolzano, Italia
GENERE: Indie-pop Indie-soul
INFLUENZE: r&b, elettronica
ISPIRAZIONI E STIMA: Lianna La Havas, Laura Mvula, James Blake, Radiohead, La
Rappresentante di Lista, Nick Drake, Nick Hakim, Selah Sue, Joan Thiele
FACEBOOK: https://www.facebook.com/annacarolofficial/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/annacarol_official
CONTATTI: carolmightknow@gmail.com / stelucianis@gmail.com
STREAMING: https://spoti.fi/2Rshiaw

GRES – La Giusta Distanza

Inserito il

“La Giusta Distanza” è l’album d’esordio dei Gres, quartetto della provincia di Modena dedito a un rock alternativo con influenze che oscillano dal grunge al post-rock, sputato in faccia rigorosamente in italiano.
Anticipato dal singolo “10 Grammi” e spalmato su 8 irresistibili bordate musicali, il disco esce a fine marzo per We Work Records, piccola label indipendente emiliana che in poco più di un anno si è ritagliata un importante spazio nel panorama underground tricolore.
8 brani nei quali spiccano, oltre alla sezione ritmica composta da Marcello Donadelli (You vs Everything) e da Simone Giari (Reverve), le affilatissime chitarre di Davide Farina (Moscova) e il formidabile timbro vocale di Camilla Andreani (My Speaking Shoes). Ne viene fuori una miscela incendiaria che potrebbe far pensare a delle Bikini Kill con i riff dei Motorpsycho più incazzati.
Ad introdurci all’ascolto del loro album d’esordio sono gli stessi Gres:
“I brani di La Giusta Distanza sono diversi punti di equilibrio tra le quattro personalità e influenze dei componenti. Senza perdere una base comune di riferimenti agli anni ’90, le sonorità spaziano da carezzevoli arpeggi pop allo schiaffo di ampli valvolari e distorsori sparati in faccia all’unisono. I testi sono mantra relazionali. Scaletta dopo scaletta, distanze che si sono rivelate disastrose vengono raccontate all’infinito, finché il disastro diventa solo una misura che andava ridimensionata.”
La Giusta Distanza ci consegna una band letale, affiatata e con tantissima voglia di spaccare tutto.
Volume a palla, e buon ascolto!

INFO
TITOLO: La Giusta Distanza
LABEL: We Work Records (https://www.facebook.com/weworkrecords/)
USCITA: 27 marzo 2020
PROVENIENZA: Modena, Italia
GENERE: Emo, Grunge, Post rock
INFLUENZE: Motorpsycho, At the drive in, Smashing Pumpkins, Deftones, Appleseed Cast
FACEBOOK: https://www.facebook.com/gresband/
CONTATTI: gresbandlive@gmail.com
STREAMING E DIGITAL DOWNLOAD: https://gres.bandcamp.com/

Wojtek: rassegna stampa in tempo reale

Inserito il

NEWS: Metal Hammer – Metal Pit – Loudd – Doommabbestia – Fotografie Rock – Italia Di Metallo – Exhimetal 

RECENSIONI: Metalitalia – Radioaktiv – Impatto Sonoro – Metal Hammer Italia – RockGarageFotografie Rock – Iyezine – Suono Ibrido – Suffer Magazine – Pit of the damned – MusicMap – The New Noise  – Ondarock – Grind on the roadRumoreRelics Controsuoni 

SPECIALI: Anteprima streaming Impatto Sonoro 

INTERVISTE: Osservatori Esterni 

Marrano – Perdere

Inserito il

A tre anni dall’album d’esordio “Gioventù Spaccata”, tornano ad affacciarsi sulle scene i romagnoli Marrano, una delle cose più vere accadute al rock italiano in questi ultimi anni.
Il secondo album del giovane power trio si intitola “Perdere”, registrato presso il prestigioso Stonebridge Studio di Cesena, in uscita il 16 marzo per Floppy Dischi e Altini Cose.
“E’ un disco vero, sofferto, limato nelle sue sfaccettature finché lo ritenevamo giusto, senza mai snaturare la colonna portante che rimane sempre quella: la sincerità.
Un disco potente e morbido allo stesso tempo, che speriamo arrivi alle orecchie di tutt*.
Siamo molto felici e motivati a presentarlo ovunque”, sono le parole sincere Andrea, Daniele e Nicola. Insomma, se non lo avete capito, “Suonare forte, possibilmente fortissimo” è il motto di questi tre ragazzi con le idee chiare e tanta voglia di spaccare il mondo. Volume a palla, e buon ascolto!

INFO

TITOLO: Perdere LABEL: Altini Cose, Floppy Dischi
USCITA: 16 Marzo 2020
PROVENIENZA: Rimini, Italia
GENERE: Rock tirato
FACEBOOK: https://www.facebook.com/noisiamomarrano/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/noisiamomarrano
CONTATTI: noisiamomarrano@gmail.com
BOOKING: altinicose@gmail.com
STREAMING E DIGITAL DOWNLOAD: https://marrano.bandcamp.com/

Anna Carol – Evoluzione ep (rassegna stampa in tempo reale)

Inserito il

NEWS e SEGNALAZIONI SINGOLO: Indiegestione – Staradio – Sei tutto l’indie di cui ho bisogno – Le Rane – Osservatori Esterni – CornerMusicZineTutto è Indie (playlist Spotify) –  Indipendente ed emergenti 2020 – Indie Italia (Playlist Spotify) – Le Rane Weekly – Loudd – Salto – ZoomMagazineLa voce di Bolzano Modulazioni TemporaliMei web – Leave Music (playlist Spotify) – Playlist Sei Tutto L’Indie spotify 

NEWS VIDEO Quando Tornerai: Music Letter – Radiocoop – Traks – Mei Web – Videoclip Italia 

NEWS VIDEO Com’è fragile: Music Reviews 2.0 – CornerMusicZine – Traks – Playlist Traks 

NEWS VIDEO IN CORTILE: Osservatori Esterni 

RECENSIONI: Rockit – Music.it – Slang Radio – Indie For Bunnies- Primo AscoltoViva Mag – Traks – MusicaMag

INTERVISTE: ReceIndie – Rockit – Staradio – Reber Girl (Radio Onda d’Urto) – Free Indie Culture – Radio Kaos Italy (Avanti Tutta) – Radio Italia anni 60 – Alto Adige – Traks – Osservatori Esterni – Staradio

SPECIALI: Anteprima video Sei Tutto L’Indie – Playlist Traks – Rai Alto Adige – Compilation collettivo HMCF