Feed RSS

Archivi categoria: Roster

Oko & the Authority – Ukronia

Inserito il

L’album d’esordio della experimental EDM band marchigiana in uscita il Primo Luglio 2019 per la storica label americana Exquisite Noise Records, registrato dagli stessi Oko & the Authority, mixato da Enrico Tiberi e masterizzato Pete Maher (che ha curato, tra gli altri, i lavori di Lana del Rey, U2, Katy Perry, Linkin Park, Patti Smith, Nine Inch Nails).

10 tracce folli, mutevoli e ambiziose, che oscillano tra IDM, EDM, Glitch, Trance e Progressive, capaci di richiamare in un colpo solo capisaldi come Telefon Tel Aviv, Daft Punk, Moby, Squarepusher, Alan Parsons, The Algorithm, Hans Zimmer e Robert Miles.

E’ la stessa band ad introdurre il proprio album d’esordio con le seguenti parole:
Cos’è Ukronia? È il nostro esperimento, un microcosmo multiforme di suoni alla ricerca dell’inesplorato, del nuovo, del non detto. L’artista crea, e noi abbiamo tentato di plasmare in suono le frontiere oniriche dei nostri sogni e sentimenti. Per questo è un album la cui identità è la non identità stessa, tra suoni non narrati e narrazioni sonore.
La musica è in continua espansione, ma il nostro operato getta le basi solide di chi, prima di noi, ha rappresentato dei pilastri della musica; il suono che noi usiamo è quello dei tempi moderni, ma l’idea compositiva e le influenze che si trovano nei nostri lavori prendono linfa e spunto dai maestri: tornare all’origine per costruire il futuro. Vogliamo portare la nostra musica in diversi àmbiti: esecuzioni live, DJ sets, soundtracks per videogames, film o semplice ascolto.

Un disco che si colloca tra il classico e il moderno, tra l’antico e il nuovo, tra il collaudato e l’ignoto, e riflette alla perfezione il differente background artistico di ogni componente del gruppo.

Non vi resta che allacciare le cinture, e pigiare play.

INFO
USCITA: 1 Luglio 2019
LABEL: Exquisite Noise Records (USA)
PROVENIENZA: Marche, Italia
GENERE: IDM/EDM/Trance/Glitch/Progressive/Experimental
FACEBOOK: https://www.facebook.com/okontheauthority/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/okontheauthority/
CONTATTI: okontheauthority@gmail.com
STREAMING & DIGITAL DOWNLOAD:
https://okontheauthority.bandcamp.com/

Annunci

LORENZO M. – Microcosmico EP

L’ep d’esordio del giovane e promettente cantautore toscano Lorenzo M.

Lorenzo Meazzini nasce a Sansepolcro, Toscana, il 4 Marzo 1991. Musicista e autore, svolge la sua attività concertistica da oltre dieci anni e collabora con musicisti, attori e performer in progetti artistici di varia natura cercando di non porre mai limite alla possibilità di creare Musica. Studia chitarra Jazz al Saint Louis College of Music di Roma e Musicoterapia al CEP di Assisi.
Microcosmico è il primo progetto solista scritto, prodotto e arrangiato da Lorenzo. Il disco è una raccolta di storie: un astronauta che viaggia in bicicletta, la provincia e i suoi segreti, il disordine di una casa e la voglia di ballare con ritmi gitani. Le canzoni sono spettinate, scanzonate e a volte malinconiche, prive di regole e lontane da ogni etichetta di genere: gli stili si incontrano, c’è la ricerca della parola propria del cantautorato (Branduardi, Dalla, Bersani, Capossela) ma anche la sperimentazione di sonorità elettroniche. Il disco, mixato al The Convent Recording Studio di
Sant’Angelo in Vado (PU) da Livio Boccioni e masterizzato al Naive Recording di Fano da Alessandro Ciuffetti, è uscito il 13 Aprile e si trova, oltre che in copia fisica, sulle principali piattaforme di streaming.

INFO
USCITA: 13 Aprile 2019
PROVENIENZA: Sansepolcro, Arezzo, Italia
GENERE: Cantautorato (inteso come ricerca della parola.. ispirato ad artisti come Capossela,
Bersani, Dalla, Conte, Branduardi, Bennato, Graziani)
Elettronica, etno (Damon Albarn, Bjork, Fat Freddy’s Drop, Gotan Project, Marc Berthoumieux,
Goran Bregovic, Donald Fagen)
FACEBOOK: https://www.facebook.com/lorenzomicrocosmico/
CONTATTI: lorenzo.meazzini.91@gmail.com
STREAMING SOUNDCLOUD: https://soundcloud.com/lorenzomicrocosmico/sets/microcosmico
STREAMING SPOTIFY:
https://open.spotify.com/album/2ois3BpsWiXPwdJGkPvugI?si=Cav6A_k_Sqeuca_TS3l48w
Guarda il videoclip di Astronauta, per la regia di Mattia Valentini
https://www.youtube.com/watch?v=LGD_jrSbJow

CREDITS
Registrato e mixato // Livio Boccioni – The Convent recording Studio – Sant’Angelo in Vado (PU)
Master // Alessandro Ciuffetti, Naive Recording Studio – Fano (PU)
Con la partecipazione di Alessandro “il Poto” Espositi – Rhodes, tastiere, fisarmonica.
Guest: Irene Vergni in Paesano, track 5

TRACKLIST:
1- L’Acqua
2- Astronauta
3- Gipsy Dance
4- DISordine
5- Paesano

iBerlino – Urban Graffiti

“Urban Graffiti” è il quarto lavoro discografico degli iBerlino, band bolognese attiva da 10 anni, pubblicato il 14 giugno 2019 per CD Baby / La biondarecords.
Registrato al Groove Sound Design di Bologna, l’album segna un ulteriore passo in avanti nell’evoluzione del sound del quartetto, che per la prima volta abbraccia sonorità tendenti alla dance e all’electro pop, grazie anche alla collaborazione con il produttore Lorenzo Lambertini.
Gli stessi iBerlino introducono “Urban Graffiti” con le seguenti parole:
“Un disco dalle tematiche urbane, molto diretto. Ha un che di dance, cosa che la band non aveva mai sperimentato prima. Essere stati prodotti da Lorenzo Lambertini, rispetto ai dischi precedenti ha dato freschezza e dinamismo al sound della band. La senzazione è di essere stati remixati in un certo senso. “Questo disco può essere ascoltato come una sorta di passeggiata urbana con i suoi abitanti: degli animali notturni”.
Che il viaggio musicale abbia inizio. Allacciate le cinture, e buon ascolto.
Guarda il videoclip di “Urban”, primo singolo estratto https://www.youtube.com/watch?v=eY6H6UFQjh4

Villa – S/T

Inserito il
Esce il 31 maggio 2019 il 45 giri d’esordio di Roberto Villa, uno dei musicisti italiani più raffinati in circolazione, attuale bassista dei Ronin e collaboratore, tra gli altri, di Giacomo Toni, Emma Morton, Vince Vallicelli, Don Antonio e The Gang.

Un lavoro baciato da un sound squisitamente vintage, quasi cinematografico, in linea con la metodologia di lavoro dell’Amor Mio Non Muore, sala d’incisione completamente analogica e piccola etichetta discografica fondata nella sua città natale, Forlì.

“Plasma” è il primo singolo/videoclip, per la regia di Christoph Brehme  https://www.youtube.com/watch?v=Pm97hohCMSc

Pre-order su Bandcamp: https://lamormiononmuore.bandcamp.com/album/plasma 

 
INFO ROBERTO VILLA
Roberto Villa, classe 1982, si avvicina alla musica da piccolissimo studiando pianoforte e clarinetto. Inizia a suonare il basso elettrico nel 1998; appassionato al contrabbasso, intraprende un percorso di studi classici e successivamente si laurea in composizione e improvvisazione jazz presso il conservatorio “G.B. Martini” di Bologna.
Nel corso degli anni collabora tra gli altri con: Satellite Inn, Giacomo Toni, SuperMarket, Santo Barbaro, Don Antonio, Stiv Cantarelli and the Silent Strangers, Pete O’Dublo, Vince Vallicelli, Katherine Davis, Washboard Chaz, Paul Venturi, Mauro Ferrarese, Stella Burns, Emma Morton, Vinsanto, Joseph Martone, The Gang, Collettivo Ginsberg, Alejandro Escovedo.
Nel 2015 crea, insieme ad Alberto Bazzoli, “L’Amor Mio non Muore”, sala d’incisione completamente analogica e piccola etichetta discografica. Qui lavora come tecnico audio e produttore. Attualmente suona nella nuova formazione Ronin con Bruno Dorella, Alessandro Vagnoni e Nicola Manzan.
Con Stefano Cantarelli ha recentemente fondato il duo nowave blues J.D. Hangover. Dal 2016 inizia a lavorare a brani strumentali originali. La direzione compositiva e di suono è caratterizzata dalla metodologia di lavoro de “L’Amor mio Non Muore”; il full analog ne asseconda e rispecchia completamente l’idea musicale. Sin da subito, stringe una collaborazione con il regista Christoph Brehme; i singoli brani usciranno accompagnati da un video che ne completa la tessitura.
Le composizioni vengono pensate e sviluppate coinvolgendo i tanti musicisti con cui Villa ha collaborato in tutti questi anni.

GIRLESS – See You When Fascism Is Whipped

Inserito il

See You When Fascism Is Whipped è il secondo album di Girless, a due anni di distanza dall’esordio I Have A Call. Il titolo è il saluto finale di una cartolina inviata da Woody Guthrie al padre mentre era arruolato nella marina statunitense durante la seconda guerra mondiale.
E proprio di Woody Guthrie, vero padre del folk americano, trattano i testi del disco. Personaggio enorme e unico nella sua epoca: americano, patriottico, cattolico, socialista, quasi marxista, tacciato di comunismo, sicuramente antifascista fino alla sua morte. Un uomo che amava il luogo in cui era nato (Okemah, OK) ma che allo stesso tempo nutriva un innato bisogno di muoversi, di viaggiare, per vedere e assaporare gli Stati Uniti nella sua interezza. Un autentico okie (termine usato per definire i migranti che dagli stati centrali si dirigevano in massa verso gli stati dell’ovest, magistralmente narrati in Furore da John Steinbeck) che cantava per gli ultimi e solo tra di loro si sentiva veramente a casa. Gli emarginati, i migranti di allora, di poco diversi dai migranti di oggi.

Intere famiglie che abbandonavano la propria terra per cercare fortuna verso altri lidi, con la speranza di un lavoro e di un futuro. Lavoratori sfruttati per pochi dollari e costretti a vivere in vere e proprie baraccopoli, mantenendo peró sempre uno spirito di mutua fratellanza. Le Union, i primi sindacati, non si chiamavano cosí per caso e Woody credeva davvero che una unione di tutti i lavoratori proletari avrebbe potuto combattere i mostri rappresentati dal possesso e dalla ricchezza.

Censurato, perseguitato dal maccartismo, rivalutato solo in seguito, come ogni rivoluzionario. Ma la vita di Woody è stata scandita anche da tragedie familiari, a partire dalla malattia della madre fino ad arrivare alle morti della sorella e di una figlia, entrambe per incendi casalinghi. Per concludersi poi con la malattia, ereditata dalla madre, che lo portó a una morte prematura.

Una vita impossibile da riassumere in una dozzina di libri, figuriamoci in un disco.

Girless ci ha umilmente provato.

Il disco è stato registrato e mixato da Steve Scanu. Masterizzato da Michele Zamboni.
Prodotto da Steve Scanu e Girless.
Testi e musiche di Girless. Che ha cantato e suonato tutte le canzoni.
Grafica e layout di Filippo Rieder.

Rilasciato da To Lose La Track e Malestro.
Ufficio stampa: Orazio @ Doppio Clic Promotions.
Booking: Mazza @ NoReason Booking

http://www.facebook.com/girlessacoustic
http://www.toloselatrack.org
http://www.facebook.com/malestrodesign
http://www.facebook.com/Doppioclicpromotions
http://www.facebook.com/NoReasonBooking

Orango – Da per terra sicuro non cado

Inserito il

L’EP d’esordio del duo math-rock bolognese in uscita a marzo per la label indipendente Bananophono (Jumping The Shark, La Casa di Vetro, Universound…)

Orango è il progetto omonimo di Orango, che vede coinvolti oltre a quest’ultimo, anche Carlo Berbellini alla batteria e Diego Comis alla chitarra, in veste di turnisti. “C’è la voce, ma in base, in parole povere non viene mai cantata dal vivo. E’ quella di Orango che si presenta sotto forma di file waw in 16 bit ai concerti”.
Musicalmente siamo sui territori di un math-rock rumoroso e irriverente, che arriva dritto all’ascoltatore grazie all’arma del cantato in italiano.
L’ep, composto da 5 brani e anticipato dai singoli “Mostaco” e “Strame”, è stato registrato in presa diretta allo Studio Spaziale di Bologna, da Roberto Rettura, che ha curato tutte le fasi della registrazione del disco.
“Orango non vuole passare inosservato, poco importa se il disco verrà amato, od odiato. L’importante è farlo diverso, anche male, ma non uguale”.
Lasciatevi incuriosire dalle scorribande math-rock di questo bizzarro duo bolognese, e non dimenticate l’hashtag #InmissionepercontodiOrango

Buon ascolto!

INFO
USCITA: 22 Marzo 2019
LABEL: Bananophono
PROVENIENZA: Bologna, Italia
GENERE: Postalcore, Post Hc per corrispondenza
FACEBOOK: https://www.facebook.com/orangobanda/
CONTATTI: orangobanda@gmail.com
STREAMING SPOTIFY: https://open.spotify.com/album/3mnNRyOqQbInAy4urn9kgX?si=WFeympULROykNUE1SzXFxA
Guarda il video del primo singolo estratto “Mostaco”
https://www.youtube.com/watch?v=7XtdwrJ3wyg
Guarda il video del secondo singolo estratto “Strame”
https://www.youtube.com/watch?v=aFVXk2pS9UE

Ai Margini Della Città – Looking Through, Looking For

Il ritorno di una delle post-rock band più interessanti del Centro-Sud, in uscita con un nuovo EP di 3 brani che anticipa un 2019 in musica ricco di novità.
Mixato e masterizzato dalle sapienti mani di Dario Tatoli aka Makai, “Looking Through, Looking For” esce ufficialmente il 26 gennaio 2019, in streaming, digital download e compact disc per la label Spore.
Il lavoro contiene tre brani registrati a Luglio del 2016 e annuncia l’uscita di un terzo Ep nel prossimo Giugno. Con questa pubblicazione la band intende chiudere un ciclo avviatosi nel 2015 e che ha visto nel frattempo una lunga fase di ricerca e ottimizzazione sonora.
Fan di Mogwai, Godspeed You! Black Emperor e This Will Destroy You, siete avvisati.

INFO
USCITA: 26 Gennaio 2019
LABEL: Spore
PROVENIENZA: Corato, Bari, Italia
GENERE: Post-rock
FACEBOOK: https://www.facebook.com/aimargini.dellacitta/
INSTAGRAM: https://www.instagram.com/aimarginidellacitta/
CONTATTI: info@amdcband.com
SITO WEB: www.amdcband.com
STREAMING SPOTIFYhttps://open.spotify.com/album/6chLutAN3SBXVCJ7Fqm8YE?si=mlrLgqGMRZuHW724njiUOQ
STREAMING & DIGITAL DOWNLOADhttps://aimargini.bandcamp.com/album/looking-through-looking-for

Registrato presso Studio Reh (Luglio 2016) – Mat Laboratorio Urbano Terlizzi (Ba)
mixato e masterizzato da Dario Tatoli